Voglio poter parcheggiare. CGIL: “Bus bloccati e persone esasperate”

ospedale_de_lellis_parcheggio_2
Print Friendly

“Caos parcheggi davanti all’ospedale: bus bloccati rimozione delle auto in sosta vietata
e gente esasperata.

Ormai la situazione sta diventando insostenibile per utenti e lavoratori che tutti i giorni a vario titolo si devono recare in Ospedale; proprio per questo la CGIL Funzione Pubblica chiede interventi urgenti e risolutivi, a tutte le istituzioni al fine di agevolare la viabilità veicolare e pedonale nella zona antistante ed interna all’Ospedale stesso.

Si può certamente affermare che i parcheggi dell’ospedale a disposizione, non sono sufficienti, a soddisfare le esigenze di utenti e lavoratori, questi ultimi giornalmente devono districarsi per trovare una sosta per raggiungere il proprio posto di lavoro. Inoltre non è sostenibile che un lavoratore o un utente paghi una tariffa non adeguata per il tempo effettivo di sosta incidendo sul bilancio familiare.

C’è da dire che anche tutta l’attuale viabilità esterna all’ospedale (per noi da rivedere….), non garantisce una fruibilità idonea per raggiungere tutti gli accessi ai vari servizi sanitari. Altrettanto si può dire della viabilità interna che andrebbe anch’essa ridisegnata.

La CGIL non fa chiacchiere ma chiede atti concreti e nel contempo, formula ipotesi per migliorare tali criticità:
1) Per la VIABILITÀ esterna, SI CHIEDE all’amministrazione Comunale un intervento urgente riconsiderando altre possibili vie di accesso che portino in Ospedale sgonfiando e alleggerendo l’unica entrata attualmente in essere dove utenti e pazienti transitano.
2) Individuare altre aree esterne al nosocomio da destinare a parcheggi pubblici affinchè si crei quel giusto equilibrio tra parcheggi a pagamento e non.
3) Per una migliore gestione dei pochi parcheggi presenti all’interno dell’ospedale si invita la Direzione Aziendale a ridefinire sia viabilità interna, con percorsi di accesso differenziati per tipologia di servizio (pronto soccorso, malattie infettive, ecc…), che a riconsiderare una miglior distribuzione di parcheggi da destinare al solo personale.

Una soluzione per aumentare ed addirittura raddoppiare i parcheggi attualmente esistenti, potrebbe essere quella di sopraelevare l’area attuale destinata ai dipendenti con una struttura in acciaio in modo da portare gli attuali 270 posti a disposizione a circa 500. Tutto questo naturalmente da eseguire in tempi rapidi.

In tutto questo sembrerebbe che già nell’immediato sarà possibile recuperare alcuni posti auto attualmente destinati all’ARES 118, ed altri ancora di fronte l’area di Malattie Infettive, auspicando siano messi a disposizione dei soli LAVORATORI!”

Il Coordinatore CGIL ASL Rieti
Antonio Beccarini

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento