Un anno dal sisma, alle 3.30 ad Amatrice una veglia presieduta da Don Domenico

terremoto_amatrice_santa_messa_vittime_11
Print Friendly

Saranno il silenzio e la riflessione a caratterizzare la veglia di preghiera che il vescovo Domenico presiederà nella notte tra il 23 e il 24 agosto ad Amatrice. Il momento di raccoglimento sarà un modo per fare memoria dei caduti tra le macerie a un anno dal terremoto.

La liturgia avrà inizio alle ore 3.30 presso Parco “Padre Giovanni Minozzi”, preceduta dai rintocchi della campana: uno per ognuna delle 239 vittime. Il raduno dei partecipanti è programmato per le ore 1.30 nell’area del campo sportivo, presso una tenda appositamente allestita, dove avrà luogo la lettura dei profili delle vittime dal libro “Gocce di Memoria”. A partire dalle ore 3, i presenti raggiungeranno il Parco “Padre Giovanni Minozzi” con una fiaccolata.

Alle ore 11 del 24 agosto, presso la tenda allestita nel campo sportivo di Amatrice, il vescovo Domenico presiederà la celebrazione eucaristica.

Nella serata del 23 agosto, a partire dalle ore 21, mons Pompili presiederà ad Accumoli la Via Crucis. Nel pomeriggio del 24 agosto, il vescovo Domenico presiederà inoltre l’eucaristia a Cittareale, alle ore 16, e ad Accumoli, alle ore 18.

1 Commento
  • maria carmelita piroli

    Questa notte anch’o sarò sveglia per ricordare, soprattutto alla luce dei nuovi eventi sismici che continuano a colpire l’Italia (Ischia). Un saluto ad Amatrice e a tutti coloro che sostengono le vittime del sisma in ogni regione italiana! Saluto fraternamente il Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi, che ha saputo adoperarsi nei momenti cruciali di questa vicenda drammatica.
    Maria Carmelita Piroli

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento