UDC, ESAMINATI ALCUNI TEMI PER LE ELEZIONI REGIONALI 2010

Print Friendly

UDCL’Assemblea programmatica provinciale dell’Udc di Rieti, riunita nell’Aula consiliare della Provincia il giorno 13 novembre 2009, ha esaminato alcuni temi relativi alle prossime elezioni regionali del Lazio sono stati presenti decine di sindaci consiglieri comunali assessori, duecento persone che hanno espresso attraverso numerosi interventi, (Antonio Gentile, Edoardo Marcelli. Simone Mostarda, Renato Avicenna, Colarieti Giancarlo, Nazzareno Figorilli, Antonio Laurenzi ecc.) al Segretario Regionale On. Ciocchetti Luciano dei punti programmatici ben precisi in vista delle prossime elezioni regionali.

– Essere Partito di Programma e non del toto Candidati siamo    l’unico partito che parla  di   come     uscire dalla crisi economica nel Lazio.

– La Famiglia al Centro della politica regionale – Federalismo, più deleghe alla provincia in materie diverse (ambiente, sanità ecc.)

– Più attenzione ai piccoli comuni vedendo i Vincoli ambientali come opportunità e risorsa e non come deperimento del territorio

– Sviluppo del Terminillo eco compatibile.

– Proposta di creare una REGIONE A STATUTO SPECIALE come il Trentino e la Sicilia vista la presenza della capitale d’Italia Roma da inserire in un’area Metropolitana con più autonomia delle altre Province del Lazio.

Il vice Segretario Regionale Ass. Beccarini ha poi dichiarato che il programma sarà determinante per la scelta delle prossime alleanze, noi non possiamo essere aggiuntivi a nessuno, se no meglio andare da soli, e la necessità di mettere in primo piano le grandi difficoltà economiche che stà attraversando il nostro territorio vedi la situazione della RITEL e la crisi delle Famiglie reatine , inoltre ha aderito come partito Provinciale alla campagna di raccolta di firme organizzata dal partito nazionale sulla presenza del crocifisso nelle aule scolastiche.

Giosuè Calabrese da capogruppo UDC della Provincia, ha ribadito la necessità di creare una Consulta per famiglia in Provincia  per monitorare le necessità e dei punti programmatici per aiutarla concretamente, e di dare una delega per la Salaria.

Poi il Dott. Lattanzi si è fatto promotore di un documento:
Considerato che nella legislatura regionale in scadenza, la Provincia di Rieti è stata l’unica a non aver avuto la nomina di un assessore espressione del proprio territorio, con il gravissimo danno che ne è derivato per l’assenza di un sabino all’interno dell’Esecutivo, quando quest’ultimo andava ad assumere decisioni importanti e di rilevanza vitale per la provincia reatina;

  Ritenuto che detta esclusione abbia rappresentato, sotto il profilo della dignità politica e della immagine della provincia e della sua classe politica, una preclusione non più accettabile e che deve essere per forza rimossa, ponendone le premesse fin da adesso in sede di accordi e di trattative che verranno assunte per definire e quindi scegliere il candidato alla Presidenza della Regione;

IMPEGNA

  l’UDC regionale del Lazio e la Segreteria provinciale UDC di Rieti, a lavorare perché il prossimo candidato Governatore, sia esso di diretta espressione del partito o di una coalizione, sottoscriva, prima di ricevere la candidatura, la clausola che assicuri, in caso di vittoria, la nomina di un assessore in Giunta regionale sia alla provincia di Rieti, che a tutte le altre province del Lazio.
 
L’Assemblea programmatica provinciale

RILEVA

che questo sia l’unico modo per evitare che nella prossima Giunta regionale la legittima rappresentanza della Sabina venga di nuovo negata attraverso gli incontrollabili giochi della politica romana a cui l’UDC provinciale e regionale prende solenne impegno di sottrarsi fin da ora.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento