TROFEO DELLE REGIONI ENDURO, BUONA PRESTAZIONE DI OLIVIERII

Trofeo delle regioni Enduro
Print Friendly

Si è svolto il 27 e 28 ottobre, nella umida Spoleto (PG), il X Trofeo delle Regioni Enduro, dove i migliori atleti italiani, indossate le casacche delle loro regioni, si sono sfidati in una battaglia al photofinish.

Una gara bella, impegnativa, tosta, caratterizzata dal fango con tratti di vero Enduro, dove ad imporsi a fine giornata sono state le formazioni di Lombardia e Umbria, grazie a Andrea di Luca, Riccardo Crippa, Luca Marcotulli, Jacopo Cerutti, Alessandro Mayr e Nicola Piccini per quanto riguarda la squadra capitanata da Dario Gatti, e grazie a Nicolò Mori, Tommaso Montanari, Omar Chiatti e Francesco Gennari per i colori dell’Umbria.

Anche la rappresentativa laziale ha dato il meglio di sé portando un po’ più in alto l’asticella del risultato fissato lo scorso anno , quest’anno infatti nella tosta gara Spoletina il Lazio ha raggiunto il 10° posto nel Trofeo Senior con INCAINI Damiano, GIUBETTINI Andrea , INCAINI Mirko , OLIVIERII Gabriele , GALLO Roberto e CECI Tullio, mentre un ottimo 6° posto lo hanno raggiunto i giovani del Trofeo Under  con  SCROCCA Fabio, BOEZI Ivan, PALOCCI David  e  PASQUALETTI Francesco, un risultato ottenuto grazie alla tenacia e alla regolarità dei piloti laziali che hanno portato tutti a termine la gara.

Un plauso al Motoclub Spoleto per l’ottima organizzazione nonostante le avverse condizioni meteo, e al promoter Axiver che assieme ai vertici della FMI hanno presentato in quella occasione il nuovo progetto di protocollo d’intesa tra FMI e Corpo Forestale dello Stato, consegna da parte della Fmi, Axiver e l’Hm Honda Jolly Racing di due moto griffate “Corpo Forestale dello Stato” al comandante Claudio D’Amico, un decisivo primo passo di avvicinamento tra mondo dell’Enduro e ambiente, il quale va rispettato, senza rinunciare alla nostra passione, un altro tassello verso la regolamentazione di questo sport che anno dopo anno raccoglie sempre maggiori consensi , infatti grazie alla possibilità del C.F.S. di utilizzare le due moto, particolarmente adatte all’uso fuoristrada, sarà ora ancora più facile ottenere una presenza attiva del Corpo Forestale in fase di preparazione di una gara, con una supervisione preventiva dei possibili percorsi e una valutazione più accurata e precisa di ogni possibile controindicazione.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *