SECONDA SCONFITTA PER A RUOTA LIBERA

Print Friendly

A Ruota LiberaSeconda sconfitta stagionale per A Ruota Libera Solsonica Rieti che tra le mura del Pala Barbuto si arrende 62-44 al Cis Napoli. La squadra di coach De Pieri regge solo un quarto: fatali le palle perse in difesa e i troppi tiri sbagliati in attacco.

I primi minuti della partita trascorrono con le due squadre impegnate a scrutarsi. Tanti gli errori al tiro da entrambe le parti con il punteggio che si sblocca solo al 3’, quando Frigeni realizza un gioco da 3 (fallo e canestro). Rieti, da canto suo, continua a trovare con difficoltà il canestro. Soprattutto con Robins che, causa influenza settimanale, non è certo al top e si vede: 0/7 da 2 e un solo punto dalla lunetta in 10 ‘. I primi 2 punti per A Ruota Libera arrivano così solo al 5’quando è Beltrame a provare a prendere in mano la situazione in attacco. In difesa, invece, prova a salire Scagnoli che sotto canestro fa sentire il suo peso. E i risultati si vedono: Rieti recupera e chiude il primo quarto sul punteggio di15-9, con Boonaker che si concede anche la tripla allo scadere.

Ma tornati in campo Rieti torna a subire e in pochi minuti si ritrova sotto di 12 (21-9). La spina nel fianco per la formazione amaranto-celeste è l’ex di turno, Frigeni autore di 13 punti in 15’ di gioco. Tanto che per limitarlo Robins è costretto a commettere il terzo fallo e a lasciare il campo. Coach De Pieri rivede allora le carte in tavola. E con l’accoppiata Jarrett- Beltrame Rieti ricuce lo strappo: il londinese fa il lavoro sporco in difesa, il romano finalizza in attacco. A Ruota Libera torna così sotto di 5 (23-18). Ma la festa dura poco: Napoli non molla e con Boonaker che dall’arco sembra averci preso gusto (2/2), ritorna in vantaggio chiudendo il primo tempo sotto di 9 (29-20).

Il terzo quarto è una debacle per Rieti con un mix di errori da entrambi le parti del campo: troppo molli e ingenui in difesa, tanti errori banali in attacco. Solo dopo 3’ di gioco A Ruota Libera si ritrova sotto di 14 (36-22). Il time out per coach De Pieri diventa obbligatorio: aggressività in difesa quello che l’allenatore chiede ai suoi. Ed è proprio in difesa che Robins e compagni provano a rimontare, recuperando palloni preziosi (42-32 alo 28’). Ma l’illusione di poter riacciuffare la partita dura solo qualche minuto: alla fine del terzo quarto Napoli è di nuovo sopra di 14 (47-33).

E il vantaggio conquistato è un bottino che Napoli riesce a mantenere fino alla fine, dominando anche l’ultimo quarto,quando Beltrame e compagni, senza neanche Jarrett-Bryan uscito per 5 falli, non rieascono neanche a limitare i danni.

«Una meritata sconfitta – taglia corto coach De Pieri a fine gara -. E’ preoccupante vedere che ad un brutto inizio di Robins la squadra non abbia trovato nessuna alternativa offensiva».

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *