Rottura aneurisma aortico, in 400 si sono sottoposti allo screening di prevenzione

Ospedale De Lellis Rieti
Print Friendly

Quattrocento i cittadini che tra sabato e domenica scorsi si sono sottoposti allo screening gratuito di prevenzione per la rottura dell’aneurisma aortico, organizzato nell’ambito delle terza edizione della iniziativa ‘Un minuto che vale una vita’ dalla Unità di Chirurgia Vascolare dell’Ospedale de Lellis diretta dal professor Massimo Ruggeri e patrocinata da Asl di Rieti, Comune di Rieti, Pastorale della Salute della Diocesi di Rieti e dall’Ordine dei Medici.

Lo screening gratuito, rivolto ai cittadini di età superiore ai 60 anni, è stato eseguito attraverso un semplice ecocolordoppler dell’aorta addominale rendendo possibile la diagnosi precoce di una dilatazione aneurismatica dell’aorta addominale non conosciuta in 6 cittadini. La loro presa in carico presso l’Ospedale di Rieti consentirà l’instaurazione di un programma di follow-up ed esami diagnostici di secondo livello.

Allo Screening è seguito un Convegno di aggiornamento sul trattamento dell’aneurisma a cui hanno partecipato oltre 40 medici reatini.

L’iniziativa verrà replicata anche sul territorio sabato 9 giugno a Magliano Sabina, presso i locali del Comune. Ciò consentirà ai medici della Sabina di partecipare al Convegno di aggiornamento sull’aneurisma aortico e ai cittadini della zona di sottoporsi gratuitamente allo screening.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento