Rieti, assessore Palomba: “Necessaria catena assistenziale per i nuovi poveri”

giovanna_palomba_2
Print Friendly

Seconda serata con “Incontriamoci”, l’evento realizzato da UIL Rieti. Tema: servizi sociali, sviluppo e assistenza.

Ad aprire il confronto l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Rieti Giovanna Palomba, la quale ha fatto un ampio quadro su quale sia la situazione attuale.

“Da meno di due mesi sono coinvolta in questa realtà e c’è molto da fare. Ci sono alcune fasce che stanno emergendo, figure quali i cosiddetti <<nuovi poveri>> che sono nate a causa del disagio occupazionale e della crisi economica. Persone costrette, loro malgrado, a chiedere aiuto, soprattutto alimentare e non è facile reperire sufficienti quantità di cibo per tutti. A livello locale – prosegue la Palomba – ho rilevato un importante contributo da parte delle associazioni, grazie ad una catena di solidarietà si riesce a far fronte anche a questa emergenza alimentare e non mi riferisco solo alla possibilità per queste persone di andare alla mensa di Santa Chiara. Un altro problema è quello della solitudine. Molte persone, che potrebbero mangiare a casa, evitano di farlo perché mangerebbero sole.”

“Altra enorme realtà derivante dal disagio economico è quello della casa. Gli sfratti sono in aumento, se non si ha lavoro non si può pagare l’affitto di locazione e quindi si è costretti a lasciare la propria abitazione. Questo è un altro elemento eergenziale importantissimo che dovremo affrontare. In un’ottica di ricostruire il futuro – prosegue l’assessore – è necessario valutare anche la possibilità di creare, in stato di emergenza, dei luoghi abitativi per più persone. Una base dove avere un ricovero e un ristoro, per poi aiutarli a trovare un’autonomia abitativa.”

“Altra situazione connessa alla nostra crisi è il problema che vivono i giovani, i quali non hanno molte risorse a livello locale. L’allontanamento dei giovani va sanato con un maggior coinvolgimento degli stessi negli spazi che possono essere creati anche dalle istituzioni.”

“Una menzione la meritano anche i portatori di handicap e i disagiati psichici. L’integrazione deve essere un elemento che va alimentato ogni giorno. Nella realtà c’è molto isolamento e molta solitudine. Tantissimi sono i progetti da poter considerare – commenta Giovanna Palomba – e creare una catena assistenziale proficua è necessario. Assistenza a scuola per i più piccoli, assistenza domiciliare e assistenza in strutture dove possano alloggiare per i più anziani.”

“Questo è un quadro della situazione che mi trovo ad affrontare ogni giorno. Dal mio canto posso assicurare che la volonta c’è, una volontà fondata sulla comprensione, sul confronto, ogni cosa che tenda a far crescere deve essere recepita per la soluzione di molti problemi.” Conclude l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Rieti Giovanna Palomba.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento