Progetto Erasmus, 31 docenti e alunni europei ospiti dell’IIS Savoia a Rieti

istituto_tecnico_commerciale_ragioneria_1
Print Friendly

Prenderà il via martedì 21 marzo, l’Erasmus Plus Multilateral Project che coinvolge scuole europee e, nel caso di specie, osserva in prima linea l’Istituto Professionale Socio Sanitario e per i Servizi Commerciali del Luigi di Savoia di Rieti.

“Il progetto, denominato “Developing tolerance and mutual understanding in Europe” ha avuto inizio con il primo summit che si è tenuto in Ungheria lo scorso mese di gennaio – afferma con legittima soddisfazione il dirigente scolastico, prof.ssa Maria Rita Pitoni che ha sempre sostenuto e supportato con forza lo sviluppo delle relazioni internazionali della sua scuola – Siamo orgogliosi di avere ospiti a Rieti, in questo finire di marzo, delegazioni provenienti da importanti paesi europei quali la Spagna che coordina il progetto e, ancora, Olanda, Ungheria, Svezia e Danimarca, oltre naturalmente alla nostra Italia”. Le delegazioni straniere annoverano in tutto 21 studenti di età compresa tra i 15 e 17 anni con i docenti accompagnatori che sono in tutto dieci.

Questi saranno in città fino a sabato 25 marzo, giorno del ritorno presso i rispettivi paesi  d’origine. In prima linea nella organizzazione del progetto come dell’evento c’è la referente che è la prof.ssa Alessandra D’Ammando, coadiuvata dalla collega,  professoressa Maria Allega.  “L’obiettivo principale è quello di rinforzare il sentimento di appartenenza e di cittadinanza europea come  dell’integrazione tra i popoli dell’Unione –  afferma la D’Ammando –  riconoscere il valore della propria cultura e sapersi relazionare, interagendo, con chi proviene da culture diverse; il rinforzo ed il potenziamento delle abilità linguistiche (inglese), rendendo gli allievi partecipi del valore della comunicazione tra i popoli”.

“Il meeting concepisce un’attività di confronto e valutazione delle diverse realtà didattiche  dei paesi interessati – interviene in proposito la Prof.ssa Maria Allega – ma anche il confronto in merito all’esito, per il momento parziale, del progetto sviluppato nei paesi aderenti”. Le delegazioni straniere riceveranno il saluto del primo cittadino, il sindaco Simone Petrangeli, ma sarà la preside Pitoni a fare gli onori di casa. Gli ospiti saranno anche guidati nella visita a luoghi importanti e culturalmente attraenti della nostra provincia quali l’Abbazia di Farfa e dei Santuari di Greccio e Fonte Colombo. Infine Giovedì 23 marzo gli ospiti europei presenzieranno all’evento: “Uomini soli”, una interessantissima conferenza del giornalista Attilio Bolzoni.

“Il primo meeting di questo tenore ha avuto luogo ormai ben 20 anni or sono (1997), col vecchio Comenius – ci tengono a precisare le docenti D’Ammando ed Allega – oggi è divenuto Erasmus e questo partnenariato si è andato viepiù rafforzando grazie all’impegno ed alla dedizione di tutti coloro che sempre si sono resi disponibili alla sua attuazione”.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento