PRIMO FESTIVAL SABINO BANDE DI STRADA

Print Friendly

Trombone a Collevecchio RietiUn evento che trasformerà per un giorno fino a tarda sera il centro storico di Collevecchio (Ri) in una piccola cittadina della musica, tra i mille ritmi delle bande di strada richiamando atmosfere americane, balcaniche, latinoamericane e delle tradizioni locali, dove la strada si pone come elemento di unione e di interscambio tra musicisti ed ascoltatori .

Questo il palcoscenico del primo Festival Sabino Bande di Strada che sbarcherà a Collevecchio (in provincia di Rieti) domenica 13 settembre trascinando in un percorso coinvolgente la popolazione e gli amanti della musica bandistica popolare e di strada.
 
L’evento, che è organizzato dalla Banda Musicale Cittadina di Collevecchio, dalla marching band di Roma “Pink Puffers” e da cittadini volontari, inizierà nel corso della mattinata (ore 11) con le formazioni musicali in parata, la “street parade”: la Banda musicale cittadina di Collevecchio, la Titubanda, i Pink Puffers, la Banda Città di Gavignano, la Banda Musicale Poggio Catinense, la Brassmati Aw!rkestra e la Stradabanda, sfileranno per i vicoli e le suggestive piazzette di Collevecchio.
 
Intorno alle 4 del pomeriggio i concerti si alterneranno in quattro luoghi caratteristici del centro storico, indicati nelle cartine, secondo i nomi dati dall’antica tradizione popolare: “ e Colonne”, “Fore pe’ mulinu”, “ u Fascinaru”, “ u Martellu” “Piazza”.
 
Per tutta la manifestazione sono previste performance di artisti di strada, trampolieri, clown e spettacoli di giocoleria, nel pomeriggio, intorno alle 6, nella piazza ci sarà uno spettacolo di giocoleria dedicaro ai bambini. Nel tardo pomeriggio verrà fatto innalzare in cielo al suono delle note musicali, un pallone aerostatico di cartavelina colorata, opera dei maestri artigiani Giovanni Cesaroni, Amarando Cesaroni e Paolo Fratalocchi.
 
La festa sarà all’insegna dello sviluppo sostenibile, all’interno del centro storico si animerà un mercatino con prodotti tipici, biologici, artigianali e artistici a “chilometri zero”, cioè con prodotti provenienti dal territorio circostante.
.
Il Festival Sabino Bande di Strada sarà anche simbolicamente “ad emissioni zero”: così, per compensare le emissioni di anidride carbonica (Co2) prodotte dall’evento, al termine della manifestazione verranno donati alla scuola di Collevecchio due alberi, che saranno piantati da alunni, genitori ed insegnanti. Alla festa degli alberi parteciperà l’Associazione Il Melograno, Teatro delle Condizioni Avverse, Officina Culturale della Bassa Sabina,  con un piccolo estratto dallo spettacolo “Il bosco degli Spiriti”, ispirato dal racconto dello scrittore africano Amos Tutuola “La mia vita nel bosco degli spiriti”.
 
Il primo Festival Sabino Bande di Strada, è patrocinato da Provincia di Rieti, dal Comune di Collevecchio e sponsorizzato da Astral Spa, Banca di Credito Cooperativo sportello di Selci.
La manifestazione punta a diventare un appuntamento annuale per la Sabina, aprendosi sempre più alle realtà internazionali come crocevia della musica bandistica popolare e di strada.
 
Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento