Polizia, bilancio attività svolta nel 2016

Questura di Rieti
Print Friendly

Nel decorso anno sono stati raggiunti, dalla Questura diretta dal Dr. Gualtiero D’Andrea e dalle specialità della Polizia di Stato presenti nella nostra provincia, il cui personale è impegnato quotidianamente nei servizi di controllo del territorio, di prevenzione e repressione dei reati, di gestione dell’ordine e sicurezza pubblica e nelle molteplici attività di tipo amministrativo, i seguenti risultati:

– Sono state arrestate 63 persone (di cui 55 dalla Squadra Mobile) e denunciate 263 (di cui 183 dalla Squadra Mobile) in stato di libertà.

– Segnalate al Sig. Prefetto di Rieti 54 persone per uso non terapeutico di stupefacenti

– Sono state sequestrati:
– gr. 113,62 di hashish,
– gr. 421,77 di cocaina,
– gr. 1,72 di eroina,
– gr. 610,47 di marijuana,
– gr. 24,95 di semi di canapa indica
– gr. 15,1 di metadone;
– gr. 0,16 di ketamina;
– nr. 218 pasticche di sostanze psicotrope.

Tra le operazioni di Polizia Giudiziaria più significative effettuate nel corso dell’anno vanno menzionate le seguenti:

Nel mese di gennaio, è stato operato il Fermo di P.G. nei confronti di una coppia di romani trovati in possesso di oltre 210,24 grammi di cocaina, numerosi bilancini elettronici di precisione, sostanza da taglio e materiale atto al confezionamento di dosi, nonché, 400 munizioni di vario calibro per armi comuni da sparo, dagli stessi illegalmente detenute, oltre 5.000 euro in contanti, provento di spaccio e due patenti false.
Nel corso dell’operazione è stato anche arrestato in flagranza un romano evaso dagli arresti domiciliari.

Nel mese di febbraio, è stato catturato un cittadino iraniano destinatario di un ordine di carcerazione per espiare la pena di anni 4 e mesi 3 di reclusione, perché riconosciuto colpevole di aver organizzato l’ingresso illegale di clandestini sul territorio nazionale.

Nel mese di aprile, al termine di una lunga indagine iniziata nel gennaio 2015, denominata operazione “Baltico”; è stata disarticolata una associazione criminale, operante su tutto il territorio nazionale, dedita alla truffa, estorsione, ricettazione e riciclaggio internazionale di autovetture di grossa cilindrata ed altri mezzi di locomozione di ingente valore commerciale. Sono state eseguite 6 misure cautelari disposte dal GIP di Rieti nei confronti di altrettanti cittadini residenti in provincia di Foggia, a cui si è aggiunta, nel mese di maggio, in collaborazione con la Squadra Mobile di Pescara, una ulteriore esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere per un altro foggiano latitante.

Nel mese di maggio, è stato operato, inoltre, il fermo di P.G. a carico di un reatino resosi responsabile di rapina impropria, furto di autovettura e furto con strappo commessi in Rieti e Roma.

Nel mese di giugno, è stato arrestato un cittadino nigeriano colpito da un mandato di arresto internazionale per il reato di tratta di esseri umani.

Nel mese di luglio sono stati arrestati due reatini resisi responsabili di spaccio di sostanza stupefacente, a causa del quale ne era scaturita la morte, nel 2014, di un tossicodipendente reatino.

Nel mese di settembre, il Tribunale di Terni, ufficio del GIP, a seguito di indagini avviate dalla Squadra Mobile di Rieti e poi trasferite per competenza territoriale alla Procura ed alla Squadra Mobile di Terni, ha emesso 6 ordinanze di custodia cautelare di cui cinque in carcere ed una agli arresti domiciliari eseguite da personale della Squadra Mobile di Rieti, in collaborazione con la Squadra Mobile di Terni ed i NAS dei Carabinieri di Viterbo, nei confronti di altrettanti soggetti residenti a Terni e Rieti per i reati di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, all’esercizio abusivo della professione medica e somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute.

Nel mese di ottobre, nell’ambito di un’attività di P.G. finalizzata alla repressione dei reati pertinenti le sostanze stupefacenti, sono stati arrestati un cittadino del Gambia ed un cittadino nigeriano resisi responsabili di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente. Gli stessi sono stati trovati in possesso di 180 grammi di marijuana, denaro contante, per una somma complessiva di circa 500 euro e materiale idoneo al confezionamento.

Nel mese di novembre, in collaborazione con l’Ufficio Prevenzione generale e Soccorso Pubblico è stato arrestato un romano che, con l’ausilio di un complice, dopo averle sottratto la pistola di ordinanza, rapinava una guardia giurata della “Sabinapol” di due plichi contenenti euro 170.000 in contanti che stavano per essere consegnati all’Ufficio Postale di questa Via R. De Felice. Nel corso delle successive indagini la Squadra Mobile ha anche tratto in arresto, per concorso in rapina, il reatino individuato quale basista della banda.

Nello stesso mese di novembre, a conclusione di un’articolata indagine, sono stati arrestati due cittadini del Gambia ed uno della Guinea resisi responsabili di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, anche in favore di minorenni.

Nel mese di dicembre, sono stati arrestati due cittadini reatini, due cittadini napoletani, di cui una minorenne, ed un cittadino albanese trovati in possesso di oltre 200 grammi di cocaina

Infine, nello stesso mese, è stato operato il Fermo di P.G. nei confronti di un cittadino del Mali, irregolarmente soggiornante sul territorio italiano, responsabile del reato di tentato omicidio in danno di un cittadino italiano.

Attività della Divisione di Polizia Anticrimine

– Avvisi orali irrogati dal Questore nr. 11;
– Fogli di Via Obbligatorio nr. 21;
– Sorveglianza Speciale di P.S. nr. 5;
– Controlli effettuati alle persone sottoposte alle misure alternative alla detenzione nr. 89;
– DASPO nr. 9;
– Ammonimenti irrogati nr. 3.

L’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, contraddistinto da pattuglie della Squadra Volante con personale in uniforme, ha intensificato il controllo del territorio conseguendo i seguenti risultati:
– Persone arrestate nr. 8;
– Persone denunciate nr. 79;
– Persone controllate nr. 10.000;
– Veicoli controllati nr. 6.500;
– Chiamate al numero telefonico di soccorso pubblico 113 nr. 2.388.

Da segnalare l’attività svolta dal personale specializzato in servizio presso il Posto di Polizia del Monte Terminillo che ha portato al soccorso di 36 persone per incidenti sulle piste da sci e per dispersi in montagna.

Attività della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale :

– Persone denunciate in violazione dell’art 650 C.P. nr. 1;
– Rilascio e rinnovo passaporti nr. 3195;
– Rilascio e rinnovo licenze di porto di fucile per uso caccia e per uso sportivo nr. 1050;
– Rilascio Carte Europee delle armi di fuoco nr. 30;
– Nulla osta all’acquisto di armi nr. 71;
– Provvedimenti di revoca, sospensione e rifiuto di licenza di porto di fucile nr. 31;
– Proposte inoltrate all’UTG ai fini dell’adozione di provvedimenti di divieto di detenzione armi nr. 18;
– Controlli amministrativi ad esercizi o locali pubblici nr. 15.

Attività in materia di Immigrazione

– Rilascio e rinnovo permessi di soggiorno nr. 3266;
– Rilascio permessi di soggiorno familiari cittadini UE nr. 204;
– Permessi di soggiorno di lunga durata nr. 416;
– Decreti di espulsione nr. 32;
– Provvedimenti di revoca del soggiorno emessi nr. 1;
– Provvedimenti di rifiuto emessi nr. 8;
– Richieste di riconoscimento di status di rifugiato nr. 494;
– Permessi di soggiorno per motivi umanitari rilasciati nr. 240.

– Sono stati effettuati nr. 4 accompagnamenti presso i Centri di Identificazione ed Espulsione e nr. 5 accompagnamenti alla frontiera, nonché nr. 28 servizi di scorta per accompagnamenti internazionali disposti dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Attività della D.I.G.O.S. – Proficua è stata l’attività della Divisione nel settore della lotta all’eversione e della prevenzione in genere, soprattutto per quel che concerne i controlli sul territorio di persone provenienti anche da altre province.
L’attività dell’ufficio ha portato ad assicurare 2800 pattuglie (di cui 800 effettuate solo per le esigenze del sisma di Amatrice ed Accumoli), effettuare 100 servizi di scorta a personalità nell’ambito del territorio della provincia (di cui 60 effettuati esclusivamente in occasione della presenza di personalità in visita ai territori colpiti dai sismi del 24 agosto e successivi) ed è stata assicurata una costante presenza in occasione delle numerose manifestazioni pubbliche, sia politiche che sportive.
Particolarmente gravoso è stato l’impegno offerto dalla D.I.G.O.S. in occasione delle scosse telluriche che hanno flagellato questa provincia, sia nel soccorso alla popolazione che nelle attività di competenza connesse alla costante presenza nei territori colpiti delle massime autorità politiche, civili e religiose nazionali ed internazionali.
Sono state gestite, inoltre, con grande professionalità, le numerose vertenze sindacali e del mondo del lavoro in particolare

Attività dell’Ufficio di Gabinetto – Gestione Ordine Pubblico – ; da ricordare il costante impegno fornito dalla Polizia di Stato e dalle altre Forze di Polizia in tema di ordine pubblico, con l’emanazione da parte del Sig. Questore di circa 1600 ordinanze nelle quali è stato previsto, in talune manifestazioni particolarmente delicate, anche l’impiego di personale di rinforzo proveniente dai reparti inquadrati (Partite di calcio di Lega Pro, manifestazioni di lavoratori e di studenti e soprattutto servizi di ordine e sicurezza pubblica e di anti-sciacallaggio disposti in occasione dei sismi che hanno colpito questa provincia il 24 agosto ed il 30 ottobre 2016).
Durante le manifestazioni non si sono mai verificati episodi che abbiano turbato la sicurezza pubblica.

Particolarmente gravoso per tutti gli uffici della Polizia di Stato di questa provincia è stato il secondo semestre 2016, turbato dai sismi del 24 agosto e del 30 ottobre 2016 che hanno portato morte e distruzione soprattutto nei Comuni di Accumoli ed Amatrice.

L’attività di tutta la Questura di Rieti è stata concentrata in particolar modo nel soccorso e nell’assistenza delle popolazioni colpite dal terremoto e ha consentito al personale della Polizia di Stato di trarre in salvo numerose persone rimaste sotto le macerie e di vigilare, anche in esubero alla normale attività lavorativa espletata nei rispettivi uffici, le loro proprietà rimaste incustodite, determinando importanti carichi di lavoro al quale il personale ha assolto con abnegazione e senso del dovere.

Un plauso è giunto da parte delle istituzioni a tutto il personale, sia in servizio nella provincia di Rieti che aggregato, per la circostanza, in questa sede dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, per la professionalità dimostrata nell’emergenza che ha colpito tutto il centro Italia.

“Ad esse – ha dichiarato il Questore di Rieti Gualtiero D’Andrea – mi unisco per ringraziare tutto il personale della Polizia di Stato, ma anche delle altre Forze dell’Ordine e di Soccorso, che, reso più forte dagli eventi drammatici che hanno colpito queste terre, ha dimostrato come sia sempre al fianco dei più deboli e pronto ad aiutarli, anche mettendo a rischio la propria vita, in ogni circostanza, rendendomi fiero di averlo guidato in qualità di Questore della provincia di Rieti”.

Per quanto attiene alle specialità della Polizia di Stato presenti in questa provincia, altrettanto importante è stata l’attività svolta dalla Sezione della Polizia Stradale di Rieti e dei suoi Distaccamenti di Amatrice e Passo Corese, i cui risultati si possono così riassumere:

– Persone denunciate in stato di arresto nr. 7;
– Persone denunciate in stato di libertà nr. 98;
– Persone controllate nr. 18.208;
– Veicoli controllati nr. 18.5524;
– Pattuglie effettuate nr. 6.114;
– Servizi effettuati contro le c.d. “Stragi del Sabato Sera” nr. 28;
– Persone controllate con precursori ed etilometro nr. 13.902;
– Servizi effettuati per attività di scorta nr. 24;
– Infrazioni al C.d.S. nr. 6.753;
– Controlli amministrativi nr. 34
– Veicoli sequestrati nr. 165;

– Sequestri penali:
Veicoli nr. 5;
Denaro nr. 1.875 ;
Piante di marijuana nr. 4 con serra;
Sostanze stupefacenti gr. 38;

– Carte di circolazione ritirate nr. 66;
– Patenti di guida ritirate nr. 181;

di cui 6 con esito mortale (8 persone decedute) e 109 con feriti (201 persone ferite);
– Soccorsi stradali effettuati nr. 4.120.

A tale attività va aggiunta quella della Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Rieti che nel corso dell’anno ha conseguito i seguenti risultati:

– Persone denunciate in stato di libertà nr. 32;
– Denunce raccolte nr. 169;
– Pattuglie effettuate nr. 248;
– Controlli ad uffici Postali nr. 2488;
– Persone controllate nr. 296;
– Perquisizioni effettuate nr. 2;
– Sequestri effettuati nr. 2;
– Importi illecitamente sottratti € 33.708.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento