Petrangeli su mancata fusione Sogea – Aps

simone_petrangeli_52
Print Friendly
“La mancata fusione tra Sogea ed APS, senza oneri per il Comune di Rieti, sarebbe un errore politico ed amministrativo madornale e sarebbe il segnale di una mancanza totale di lungimiranza e prospettive. Rieti non può abdicare al suo ruolo di capoluogo e dovrebbe essere protagonista della nascita di una grande Azienda pubblica in grado di investire sull’intero territorio provinciale. Grazie alla fusione Sogea diventerebbe il cuore del Servizio idrico in tutti i Comuni dell’Ato3 ed il Comune di Rieti avrebbe un ruolo centrale in un settore strategico. Non farlo, significherebbe dover liquidare Sogea con tutti i rischi annessi e connessi sia per il bilancio del Comune che per il mantenimento della struttura operativa di Sogea. Il Comune di Rieti detiene il 23% delle azioni di APS ed il 51% delle azioni di Sogea e non può permettersi di compromettere un percorso avviato, relegandosi ad un ruolo del tutto marginale.

Fondere Sogea ed APS, anche in vista delle ingenti risorse in arrivo per l’interferenza l’ambito, significherebbe guidare un settore che potrebbe dare al territorio occupazione e lavoro per le Aziende locali. La città di Rieti non può e non deve abdicare ad un ruolo che il territorio le chiede di svolgere”.

E’ quanto dichiara Simone Petrangeli.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento