OPERAZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA CONTRO IL LAVORO NERO

Caring service
Print Friendly

La Guardia di Finanza di Rieti ha individuato nel centro cittadino un call center dove lavoravano completamente in nero 14 giovani su un totale di 19 occupati, di età compresa tra i 20 ed i 40 anni, tutti neodiplomati e neolaureati e alla prima esperienza lavorativa.

Gli accertamenti hanno permesso di appurare che i giovani, retribuiti  con 50 centesimi di euro ciascuno per ogni telefonata effettuata, non avevano mai ricevuto una lettera di assunzione, né sottoscritto un regolare contratto di lavoro.

Il responsabile del call center oltre a dover corrispondere la maxi sanzione di 1.500 euro per ogni lavoratore in nero, è stato segnalato alla direzione territoriale del lavoro del capoluogo reatino per l’avvio della procedura finalizzata alla sospensione dell’attività imprenditoriale per aver impiegato oltre il 20% della forza lavoro in nero.

Proseguono le attività di controllo economico del territorio da parte delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rieti.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento