Nuovo Consiglio per l’Ordine Geologi Lazio, Troncarelli confermato presidente

nuovo_consiglio_ordine_geologi_lazio_troncarelli_presidente_1
Print Friendly

Si è insediato il 12 settembre il nuovo Consiglio dell’Ordine dei Geologi del Lazio. Confermato il presidente uscente, il viterbese Roberto Troncarelli, il più votato, che sarà affiancato da Tiziana Guida, in veste di vicepresidente, dal Segretario Graziella De Gasperi e dal Tesoriere Fabrizio Vagni, oltre ai Consiglieri Gianluigi Giannella, Giuseppina Bianchini, Maria Manuel, Davide Leoni, Marco Orfei, Lucia Fortini e Marco Incocciati.

È stata assicurata la presenza dei giovani e, soprattutto, delle donne, che, nel Lazio, rappresentano il 20% tra i professionisti. Per i prossimi 4 anni, il Consiglio rappresenterà più di mille geologi che, con il loro lavoro, affrontano quotidianamente aspetti che incidono fortemente sulla qualità della vita dei cittadini e dell’ambiente, essendo strettamente legati alla corretta gestione e conservazione del territorio e delle sue risorse naturali, ed alla sicurezza di edifici ed infrastrutture, temi che in una Regione come il Lazio meritano di essere costantemente monitorati e salvaguardati, come hanno dimostrato anche gli eventi sismici che hanno interessato l’Appennino centrale dal 24 agosto 2016 e che hanno visto fin da subito un ampio coinvolgimento dell’Ordine dei Geologi del Lazio, con il suo Gruppo di Protezione Civile.

Per non parlare del fatto che sono 372 (il 98% del totale) i Comuni del Lazio in cui è presente almeno un’area a rischio idrogeologico, mentre il 7,6% della superficie regionale, pari a 1.309 kmq, è interessato da aree in dissesto per frana o alluvione. Prima per presenza di aree in dissesto la provincia di Frosinone, seguita da Roma, Viterbo, Latina e Rieti: nel complesso, più di 350.000 cittadini in tutta la Regione, sono potenzialmente esposti al rischio di frana o alluvione (fonte Piani stralcio per l’Assetto idrogeologico delle Autorità di Bacino). ”La Regione Lazio – ha dichiarato Roberto Troncarelli, neoeletto Presidente – ha un territorio geologicamente giovane e ancora in piena evoluzione, soggetto quindi a tutti i rischi geologici esistenti: sismico, idrogeologico, vulcanico (arsenico nelle acque o zone a forti emissioni di gas dal sottosuolo), sprofondamenti (sinkhole)”.

Il nuovo Consiglio dell’Ordine dei Geologi del Lazio, proseguendo le attività già intraprese, sarà a disposizione di Amministrazioni ed Enti Locali per fornire il proprio supporto nell’affrontare le tematiche inerenti la prevenzione dei rischi, la sicurezza dei cittadini e la tutela dell’ambiente. “Suolo e sottosuolo – conclude Tiziana Guida, vicepresidente – rappresentano la base di qualsiasi attività umana e vanno quindi preservati e mantenuti in efficienza, se si vuole garantire un territorio sicuro ai cittadini e consentire al paese uno sviluppo pari a quello degli altri paesi industrializzati”.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento