Meditazioni della Quaresima – Immedesimandoci in Cristo capiamo chi siamo

liturgia_mons_domenico_pompili_15
Print Friendly

Immedesimandoci nel Cristo capiamo davvero chi siamo, e non chi crediamo di essere.

«I custodi del tempio non sono i guardiani che in qualche modo lo proteggono, ma quanti adorano Dio in Spirito e verità». Spiegando le letture della III domenica di Quaresima, mons Pompili ha chiarito che per il Maestro gli uomini sono in Dio «quando fanno del proprio corpo, della propria esistenza, uno spazio per rinnovare i rapporti, per dare alla vita nuove possibilità».

«Stamattina – ha esemplificato don Domenico – sono stato in una comunità per alcolisti e persone affette da diverse dipendenze. Quello che mi ha colpito, guardando i volti dei familiari e delle persone coinvolte, è come sia stato possibile che persone ormai condannate dalla vita per questa sequenza interminabile di dipendenze, che è uno sfascio dei rapporti più normali di ogni giorno, siano state capaci di investire sul proprio dolore e di rimettersi in cammino, venendo fuori da questa schiavitù. Tutto grazie a persone che si sono messe al loro servizio, che hanno avuto il compito di guidarle nella fuoriuscita dalla terra della loro schiavitù».

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento