Masotti: meno immigrazione clandestina, più sicurezza, meno violenza sulle donne

image
Print Friendly

“Meno immigrazione clandestina, più sicurezza, meno violenza sulle donne”. E’ stato il messaggio lanciato oggi, nel salone di rappresentanza della Prefettura, dall’assessore alle Pari opportunità del Comune di Rieti, Elisa Masotti, in occasione di “TRATTAteci…bene”.

L’incontro – confronto sul tema delle vittime della tratta e della violenza sulle donne è rientrato nell’ambito delle iniziative del Consiglio Territoriale dell’Immigrazione per l’imminente Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza di genere.

“Non possiamo nascondere che il fenomeno della tratta degli esseri umani, ed in particolare modo delle donne, sia strettamente connesso all’immigrazione clandestina. Di fronte alla mortificazione della femminilità, alla mercificazione della persona e alla disumanizzazione delle vittime – ha continuato Masotti – servono politiche severe e strategie concrete. Altrimenti si fanno solo chiacchiere. Peccato, in questo senso, che il recente G7 sulle Pari Opportunità svoltosi nei giorni scorsi a Taormina non sia andato oltre l’ennesima dichiarazione di intenti: nessun finanziamento. Senza fondi è realmente complicato mettere in atto azioni politiche fattive.

Come Comune siamo in attesa di conoscere gli esiti della nostra partecipazione al Bando Europeo per il quale abbiamo elaborato proposte progettuali per prevenire e contrastare il fenomeno. Stiamo inoltre lavorando alla rivitalizzazione del Protocollo d’intesa per la prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne stipulato, proprio presso la Prefettura di Rieti, nel 2009. Il potenziamento della rete dei servizi antiviolenza è un altro obiettivo che stiamo perseguendo con determinazione ”.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento