L’opinione di Nunzi sul calendario di basket della Serie A2

npc_rieti_nunzi_1
Print Friendly

Raggiungiamo telefonicamente coach Luciano Nunzi, impegnato in questi giorni con la Nazionale Under 18 nel raduno di Campobasso ed in procinto di volare domani in Slovacchia per disputare gli Europei.

Il calendario della Serie A2 prevede che la prima giornata di campionato, in programma il 1 ottobre, si giocherà tra le mura amiche del Palasojourner contro Scafati, dunque un esordio casalingo.

“Sono sensazioni contrastanti – confessa Coach Nunzi – da una parte c’è la felicità di esordire davanti al nostro pubblico che è sempre un grande piacere, però allo stesso tempo la prima assoluta è già di per sé una partita abbastanza emozionale e magari giocandola fuori si sente meno…in ogni caso le squadre ed i campi prima o poi vanno affrontati tutti”.

Coach, che idea ti sei fatto sul calendario in generale?
“Molti roster non sono ancora completi e fare dei pronostici ora non è semplice. Sicuramente nel nostro girone, anche se si dice che il livello qualitativo sia più basso rispetto all’altro, c’è un grandissimo equilibrio, quindi credo che esordire con una squadra piuttosto che con un’altra faccia poca differenza. La prima giornata incontreremo Scafati che è una squadra che si è ricostruita dopo una stagione difficile ed ha riportato nella sua società giocatori che avevano fatto benissimo due anni fa, tanto da disputare la finale per andare in A1, credo quindi che troveremo una squadra molto pronta e agguerrita e tecnicamente validissima, guidata da un allenatore esperto come Perdichizzi”.
Sulla nostra di squadra cosa possiamo dire?

“Come tutti gli anni abbiamo fatto il possibile. Quest’anno abbiamo fatto delle scelte riguardo ai giocatori italiani di un certo tipo. Stiamo completando la squadra in attesa di inserire i due giocatori americani. Come nelle precedenti stagioni promettiamo di dare il 100% di noi stessi. Questa è la filosofia della NPC Rieti ed è ciò che porteremo sempre avanti. Lo sport in sé è una scuola di vita e l’insegnamento che ci dà lo sport è che bisogna sempre migliorarci e quindi anche quest’anno cercheremo di fare un passo in più rispetto agli scorsi anni”.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *