LETTERA APERTA DELLA UIL F.P.L. AL PRESIDENTE DELL’UPI MELILLI

UIL FPL Rieti
Print Friendly

Con stupore dal sito web dell’unione province d’italia siamo venuti a conoscenza che il 18 novembre 2009, appena 2 giorni dopo l’entrata in vigore del D.Lgs. 150/2009 populisticamente sbandierato come legge "anti fannulloni", la S.V. ha firmato un protocollo d’intesa con il Ministro Brunetta per "Valorizzare la produttività del lavoro pubblico, l’efficienza e la trasparenza delle province, in attuazione del D.Lgs n.150/2009".

Questa O.S. pur essendo favorevole ad un riordino della Pubblica Amministrazione ai fini di un miglioramento dell’efficienza, dell’efficacia e della trasparenza dell’azione amministrativa nei confronti del cittadino, non condivide i metodi attuati e né tantomeno i proclami che sono intesi solo a discriminare i pubblici dipendenti.

Una vera riforma deve essere partecipata e condivisa da tutte le parti in gioco. Ci saremmo aspettati una collaborazione dell’UPI insieme a CGIL, CISL e UIL che hanno già richiesto da tempo un tavolo negoziale.

Prendiamo atto al contrario che non si è aperto un confronto con le organizzazioni sindacali per un processo partecipativo per affrontare gli obiettivi attuativi e la piena ottimizzazione della riforma. La legge 15 può e deve essere modificata.

"E’ necessario modificare le norme che attribuiscono una eccessiva discrezionalità alle amministrazioni e alla dirigenza, per evitare arbitri e scarsa trasparenza a danno dei lavoratori e dei cittadini."

Ci spiace invece che il Ministro focalizzi troppo l’attenzione sulla possibilità di licenziare che nel pubblico impiego non è certo una novità: la norma c’è sempre stata e se non è stata applicata è perché abbiamo amministratori e dirigenti che, quando era necessario farlo, non si sono assunti le proprie responsabilità".

Da ultimo si esalta tanto il fatto che verrà premiata la produttività dei meritevoli. Con quali fondi ? Le OO.SS. si stanno mobilitando perché sulla proposta di finanziaria non vi sono le risorse sufficienti per i rinnovi dei contratti, figuriamoci per la produttività!

Siamo alle solite, interessa la riforma della pubblica amministrazione o solo la propaganda populistica?

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento