La Prefettura di Rieti è salva. Per ora nessun accorpamento con Viterbo

Prefettura di Rieti
Print Friendly

In queste ultime ore si fa avanti l’insistente voce che nessuna prefettura delle 23 scelte appena un mese fa verrà accorpata ad altro ente.
Così anche la Prefettura di Rieti sarebbe salva dal tanto temuto accorpamento con Viterbo.

Una delegazione di politici, provenienti tutti da aree soggette ad accorpamento, si è riunita per fare pressione sul Governo affinchè la proposta di unire più prefetture insieme venisse abolita, anche perché sembrerebbe che il taglio dei costi degli uffici centrali renda un maggior risparmio di quello che si trarrebbe dal taglio degli uffici locali.

Quindi per il momento netto dietrofront sull’argomento prefetture, anche perchè pare non esista nessuna lista ufficiale di sedi da chiudere.

Se questa notizia venisse confermata sarebbe una grande conquista per il nostro territorio, per Rieti mantenere un ente territoriale così importante significherebbe non perdere del tutto il proprio status di città.

Queste le città con le prefetture che erano soggette ad accorpamento:
Savona con Imperia, Piacenza con Parma, Rieti con Viterbo, Teramo con L’Aquila, Verbano-Cusio-Ossola con Novara,  Pordenone con Udine, Sondrio con Bergamo, Lecco con Como, Asti con Alessandria, Cremona con Mantova, Fermo con Ascoli Piceno, Isernia con Campobasso, Benevento con Avellino, Biella con Vercelli, Oristano con Nuoro, Lodi con Pavia, Enna con Caltanissetta, Massa-Carrara con Lucca, Rovigo con Padova, Prato con Pistoia, Belluno con Treviso, Chieti con Pescara e Vibo Valentia con Catanzaro.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento