LA CRUDELTA’ DELL’ESSERE UMANO, UCCISO A FUCILATE UN CIGNO DI SANTA SUSANNA

Rieti, Sorgenti Santa Susanna, cigno ritrovato morto
Print Friendly

Prima incredulità, poi sgomento, queste le sensazioni del Corpo Forestale di Rivodutri intervenuti a seguito di una segnalazioni alle sorgenti di Santa Susanna.

Uno dei due splendidi esemplari di cigno, che da sempre animano le sorgenti, è stato ritrovato esanime con il rosso del sangue che spiccava sulle candide piume bianche.

Sul posto, dopo aver constata la morte del cigno, gli agenti hanno rinvenuto un bossolo di fucile, con il quale, anche secondo i veterani intervenuti sul posto, sarebbe stato ucciso l’animale nel quale è stato ritrovato un pallino di piombo. Inequivocabili anche i fori di entra ed uscita provocati dal pallino sparato contro il cigno.

Anche tra gli abitanti del luogo c’è incredulità, possibile che si arrivi a tali gesti di crudeltà? chi poteva avere interesse ad uccidere il cigno? Sono partite le prime indagini da parte degli Agenti della Forestale che stanno raccogliendo informazioni e testimonianze sull’accaduto.

Non sarà facile risalire all’autore del gesto, ma gli investigatori della Forestale non stanno lasciando nulla d’intentato, confidando anche nella collaborazione della popolazione e di chi potrebbe fornire elementi utili alle indagini. Al momento il bossolo e il pallino estratto dal collo del cigno sono stati posti sotto sequestro.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento