LA CA.RI.RI PERDE I PEZZI. E’ QUANTO DENUNCIA LA UILCA DI RIETI

Print Friendly

UILCA di RietiLa Uilca di Rieti denuncia quanto sta avvenendo nell’ambito dell’Istituto Reatino a seguito della progressiva attuazione del modello organizzativo previsto dalla Banca dei Territori, che culminerà con l’integrazione informatica con il sistema target del gruppo IntesaSanPaolo, prevista per il prossimo 9 novembre.

La piena integrazione sta producendo, mediante una pesante razionalizzazione delle strutture, un forte accentramento gestionale delle competenze sul livello regionale (Firenze e Spoleto).

Detto processo, applicato in maniera rigida, senza tener conto dell’identità territoriale delle Casse del Centro – unico modello organizzativo nell’ambito del Gruppo – produce un gravissimo impoverimento del territorio reatino che si manifesta:

 attraverso la chiusura del Back-office, con conseguente trasferimento dello stesso a Spoleto. Ai 23 dipendenti assegnati all’unità operativa, è stato già intimato di scegliere tra il trasferimento a Spoleto oppure essere riconvertiti; dove e come non è ancora molto chiaro;

 attraverso la destrutturazione della direzione generale che sarebbe privata delle sue competenze più qualificate (autonomie creditizie), con conseguente annientamento delle figure professionali maggiormente specializzate, oltre ad altri Servizi. La ristrutturazione con conseguente ridimensionamento della direzione porterà ad una contrazione di risorse ancora non ben definito ma che in base ad una stima approssimativa potrebbe attestarsi ad oltre 35 persone.
 
La scomparsa di oltre 60 stipendi dalla provincia di Rieti costituisce un altro duro colpo all’economia reatina nell’era post-industriale che la città sta vivendo. Non trovano giustificazione le motivazioni fornite dall’azienda affermando che nessuno sarà licenziato rimanendo l’organico di fatto immutato, la nostra organizzazione vuole ricordare all’azienda che ciò che conta è l’organico di diritto che registra la contrazione di 60 posti di lavoro tra le maestranze della Cariri poiché non ci sarà più turn-over al momento del pensionamento.
 
La Uilca Rieti, attraverso la presente delegazione vuole stigmatizzare l’inqualificabile atteggiamento delle forze politiche e delle Istituzioni cittadine insensibili al degradante processo che si sta attuando a danno del territorio attraverso il forte ridimensionamento dell’unica Banca locale esistente.
Una situazione grave che non può essere ignorata, come invece sta accadendo da più parti; appare quindi evidente che quanto sta avvenendo richiede un’immediata inversione di tendenza, al fine di bloccare la continua perdita di posti di lavoro nella Provincia di Rieti.
Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento