IL PRESIDENTE MELILLI SU ASSEMBLEA UNINDUSTRIA

Fabio Melilli
Print Friendly

La costruzione di Unindustria che tenta di coniugare le ragioni della Capitale e del Lazio è una scelta di grande rilevanza politica. 

La relazione del presidente Aurelio Regina è stata sicuramente di grande spessore grazie  ad un’analisi approfondita delle più rilevanti questioni nazionali con un atteggiamento giustamente severo nei confronti della Governo e della Pubbliche amministrazioni locali.

Un unico rilievo da fare sull’eccessiva timidezza nei confronti del Governo in merito alle scelte sulle Energie rinnovabili che lasciano nell’incertezza imprenditori della nostra Regione e mettono a rischio il livello occupazionale che dava segni di forte espansione.

Mi sarei aspettato un maggior approfondimento delle problematiche relative ai territori del Lazio che hanno peculiarità e punti di forza che forse andavano maggiormente sottolineati. Credo che il presidente Regina, inoltre, nell’auspicare l’immediata emanazione dei decreti su Roma Capitale sottovaluti il rischio della riduzione della Regione Lazio a soggetto costretto ad occuparsi soltanto del debito della Sanità.

E’ certamente condivisibile il rafforzamento dei poteri della Capitale ma se ciò viene attuato senza il necessario equilibrio si rischia di dar luogo all’aumento della distanza della Capitale dai territori della nostra Regione. Sono certo che Unindustria vorrà contribuire in modo costruttivo all’elaborazione dei contenuti di un testo ancora tutto da scrivere.

Spero che il vicepresidente Castelli, che guida gli industriali di Rieti, inviti il presidente Regina ad un’iniziativa a Rieti perché si possa insieme a lui approfondire una tematica di strategica rilevanza per il futuro dei territori della nostra Regione".

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento