GABRIELE LAVIA APRE “IL CAMMINO DEI RACCONTI”

Gabriele Lavia a Rieti
Print Friendly

Dopo un inedito Gigi Proietti, che ha chiuso trionfalmente il Cammino 2011 al Teatro Flavio di Rieti, ecco una nuova stagione che come al solito vede coinvolti grandi nomi della scena e della cultura nazionale come anche le più giovani e stimolanti formazioni, per una panoramica suggestiva e sempre più completa del teatro contemporaneo: spettacoli musicali, teatro civile, incontri con i grandi protagonisti, teatro di narrazione, testi comici, classici, tra cui un inedito omaggio ad Alda Merini e una nuova produzione. 

Questo 2012 non poteva essere da meno, visto che il “Cammino” compie sei anni, da quando tutto è cominciato nel 2006… Il circuito teatrale voluto dalla Provincia di Rieti è ormai la manifestazione teatrale a maggiore tenitura della Provincia di Rieti e una delle maggiori del Lazio. 

La direzione artistica è affidata a Duccio Camerini e alla compagnia “La Casa dei Racconti”, che ha la sua sede al Teatro Vicolo Primo di Poggio Moiano.

In questi anni si sono succeduti sui nostri palcoscenici artisti, intellettuali, giovani talenti, che hanno portato la Provincia di Rieti al centro della scena nazionale, accettando spesso di venire a testare e creare e produrre appositamente per il “Cammino” i loro
spettacoli. Il “Cammino” è così diventato una sorta di laboratorio permanente, uno spazio “amico” dei teatranti indipendenti, e non solo.

Tra i grandi nomi protagonisti de Il Cammino dei Racconti ricordiamo: Alessandro Baricco, Neri Marcorè, Carlo Cecchi, Rocco Papaleo, Dacia Maraini, Erri De Luca, Ascanio Celestini, Alessandro Mannarino, Amanda Sandrelli, Concita De Gregorio, Lucrezia Lante Della Rovere Ettore Scola, Manuela Kustermann, Iaia Forte, Lucia Poli, Massimiliano Bruno, Giampiero Ingrassia Giorgio Rossi, Massimo Carlotto, Edi Angelillo, Andrea Cosentino Augusto Fornari,   Blas Roca Rey, Ennio Coltorti, Ferruccio  Marotti, Michele La Ginestra Paola Minaccioni, Rolando Ravello … e autori come Pasolini, Calvino, Pinter, Warhol, Shakespeare, Durrenmatt, Piandello, Joyce… 

I comuni coinvolti in questi sei anni sono stati: Rieti, Collevecchio, Poggio Moiano, Labro, Amatrice,  Castelnuovo di Farfa, Casaprota, Cottanello, Mompeo (con ben due sale), Casperia e Contigliano. Un vero e proprio circuito virtuoso, che ha portato il teatro e la cultura più varia in luoghi spesso non frequentati, e dove il “Cammino” è significato anche riapertura di sale storiche e ammodernamento di impianti. 

Ma non è tutto, il “Cammino” è anche diventato un vero organismo di produzione che ha allestito spettacoli tratti da storie locali che sono approdati ai più significativi festival (“Bambinacci” con Amanda Sandrelli al Festival di Asti), come anche spettacoli classici (“I sonetti di Shakespeare” al Festival di Verona, “Oedipus on the top” al Festival Internazionale del Cairo);  e poi progetti scuola, nonché il Premio Nazionale Crearr,  indetto nel 2010 per incentivare la creatività delle più giovani formazioni nazionali, o per supportare le compagnie del territorio reatino. 

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento