Furto alla stazione di servizio sulla Salaria. Tre arrestati dalla Polizia

questura_polizia_stradale_notte_1
Print Friendly

Uomini della Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Rieti hanno arrestato tre cittadini stranieri: i rumeni S.G.G., del 1988 e T.I., del 1996, ed il cittadino moldavo A.I., del 1983, tutti residenti in provincia di Roma, resisi responsabili del furto commesso al distributore di carburanti sulla Salaria.

A soli due giorni dall’arresto di una banda di cittadini rumeni che il 3 novembre 2016 avevano con molta probabilità commesso un furto con scasso in danno di una colonnina di servizio del distributore API sito sulla Salaria nei pressi di San Giovanni Reatino, l’evento delittuoso si è ripetuto quando altri tre cittadini stranieri hanno forzato e derubato, nella nottata del 23 febbraio 2017, la stessa area di servizio.

Alle ore 2 circa del 23 febbraio 2017, infatti, è giunta alla locale S.O. una segnalazione di allarme proveniente dalla citata stazione di servizio.

Le pattuglie della Squadra Volante impegnate nei consueti servizi di controllo del territorio, prontamente inviate sul posto, hanno intercettato una autovettura sospetta che, nei pressi della stazione di servizio, si dirigeva in direzione di Roma e l’hanno così bloccata dopo un breve inseguimento.

All’interno vi erano tre cittadini stranieri: il moldavo A.I. ed i cittadini rumeni S.G.G. e T.I., residenti in diversi Comuni della provincia di Roma che non hanno fornito agli Agenti valide motivazioni sulla loro presenza nel territorio reatino e sono stati quindi sottoposti a perquisizione.

Nell’autovettura gli Agenti hanno così rinvenuto delle banconote accartocciate con residui di colla e nel bagagliaio numerosi arnesi atti allo scasso.

Dall’esame delle immagini raccolte dal sistema di videosorveglianza della stazione di servizio, gli Agenti hanno individuato alcuni uomini, che corrispondevano alle descrizione degli stranieri fermati, che, poco prima, avevano forzato la colonnina di prenotazione dei carburanti e con degli arnesi avevano “sfilato” le banconote custodite all’interno. Complessivamente erano state asportate banconote per un valore complessivo di € 540, rinvenute in possesso dei tre stranieri fermati ed immediatamente restituite all’avente diritto.

I tre cittadini stranieri sono stati, pertanto, arrestati e, dopo la relativa convalida, due di loro (S.G.G. e T.I.) sono stati inviati agli arresti domiciliari mentre per A.I. il giudice ha disposto l’obbligo di firma presso la Polizia. Il processo sarà celebrato il prossimo 28 marzo.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento