Failms Cisal: “Assunzioni tramite agenzie di lavoro sono frutto di raccomandazioni”

Marco Palmerini
Print Friendly

“In Italia, le continue riforme del lavoro hanno incentivato il ricorso ai contratti flessibili e di conseguenza l’utilizzo delle agenzie per il lavoro che sono l’intermediario tra domanda e offerta, alternativa privata ai centri per l’impiego pubblici gestiti dalle Amministrazioni Provinciali o da quel che ne resta di esse. Così inizia la nota firmata da Marco Palmerini (nella foto) e Marco Pettinari, rispettivamente Segretario della Cisal di Rieti e Segretario Provinciale Failms Cisal (metalmeccanici).

Anche nel nostro Territorio, migliaia di inoccupati in maggioranza giovani, sono costretti a registrarsi in ogni agenzia della nostra Provincia e in quelle limitrofe. L’invio del Curriculum ormai è una specializzazione, la candidatura alle posizioni disponibili pubblicate dalle varie Agenzie è il tentativo disperato alla fortuna, paragonabile a una giocata alla ricevitoria del lotto con le stesse probabilità di una vittoria milionaria. Lo affermano i due Sindacalisti.
Quasi mai, dopo l’invio di un curriculum o di una candidatura, si riceve un cenno di risposta. Se questa viene sollecitata, si registra sempre la solita scusa: “l’azienda ha ritirato la richiesta di fornitura”, “la richiesta è in stand-by”, “l’azienda richiede requisiti particolari”, oppure la più frequente “le faremo sapere”…

La verità? – dicono Palmerini e Pettinari – è che la legge non obbliga le agenzie per il lavoro alla trasparenza, così quando le Aziende richiedono la fornitura di personale, indicano anche l’elenco dei nomi delle persone da assumere che molto spesso sono il frutto di segnalazioni e raccomandazioni. Le selezioni propagandate da questa o quella agenzia sono molto spesso solo una messa in scena e anche nella nostra città per questo motivo a lavorare tramite agenzia sono sempre le stesse persone.

La fornitura privata di lavoro regolamentata da queste norme, concludono i due Sindacalisti della Cisal, oltre a ledere le pari opportunità, danneggia gravemente la meritocrazia, spalancando le porte al sistema delle raccomandazioni. Dai moderni giuslavoristi ci aspettavamo leggi diverse.”

Nota firmata da Marco Palmerini e Marco Pettinari, rispettivamente Segretario della Cisal di Rieti e Segretario Provinciale Failms Cisal (metalmeccanici).

1 Commento
Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento