Ermini: “Il Comune non riesce a gestire il piano regolatore da noi approvato”

Il sindaco Ermini
Print Friendly

Piano regolatore generale, noi lo abbiamo approvato con tanto impegno dopo 40 anni, gli altri non riescono nemmeno a gestirlo.

E’ da qualche tempo che incontriamo persone che chiedono spiegazioni su la possibilità edificatoria di alcune aree site in Santa Rufina e in località Cardito, ubicate all’interno di comparti delle zone C5 del nuovo Piano Regolatore Generale, approvato dalla Regione Lazio il 20 dicembre 2016, dopo un grande lavoro da parte della nostra amministrazione, che dopo ben nove anni dall’adozione è riuscita ad ottenere l’approvazione finale.

Le aree di cui sopra se pur limitate a pochi casi necessitano di una particolare impegno da parte dell’Amministrazione comunale, in quanto a causa di una prescrizione del Comitato Tecnico Regionale, dette aree, parzialmente edificate negli anni passati, risultano non totalmente utilizzabili a scopi edificatori, in quanto vanno decurtate le volumetrie già realizzate.

Per la risoluzione di queste problematiche, precisiamo non generate dalla nostra amministrazione ma scaturite dal parere del Comitato Tecnico Regionale, congiuntamente all’architetto redattore del PRG, avevamo individuato la soluzione, che consisteva nella redazione da parte del Comune di Cittaducale di un piano attuativo di queste zone, redatto ai sensi dell’art. 4 della Legge 36/1987, attraverso il quale stralciare i fabbricati esistenti, perimetrandoli e classificandoli verde privato, e consentire quindi l’utilizzazione edificatoria dei terreni liberi, che già da 12 anni pagano l’IMU come aree fabbricabili.

La soluzione fu prospettata ai proprietari interessati già in fase di presentazione del PRG, che avviarono mediante richieste presentate al comune di Cittaducale l’iter a maggio del 2017. Ad oggi nessuno dei richiedenti ha ricevuto nessuna notizia da parte dall’Ente, anche in violazione delle norme sugli atti amministrativi che prevedono l’evasione entro trenta giorni.

Per quanto sopra chiediamo all’amministrazione comunale in carica di attivarsi per la risoluzione di questo problema, per non penalizzare oltre i cittadini interessati (oltre il danno anche la beffa di dover pagare l’IMU su terreni che al momento non possono essere edificati) Amministrazione se ci sei batti un colpo e fai il tuo dovere che la nostra COMUNITÀ aspetta.

I consiglieri ERMINI Roberto e ROSELLI Abertino.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento