E’ NATA LA FONDAZIONE COLORIAMO I SOGNI

Graffiti
Print Friendly

E’ nata ufficialmente la Fondazione Coloriamo i sogni, l’associazione ONLUS voluta da Raoul Bova e sua moglie Chiara Giordano, per perseguire progetti al servizio della comunità, sostenendo valori di uguaglianza, di legalità  e solidarietà.

In un affollatissimo locale della capitale, alla presenza di tanti artisti, attori, scrittori, registi, Raoul Bova ha ufficialmente presentato la nuova Fondazione Coloriamo i sogni che in particolare porterà avanti tre obiettivi concreti, il Parco della Mistica, il sostegno alla Fondazione RAVA e la Graffiti Art School, con sede proprio a Rieti, centro d’Italia, nei locali messi a disposizione della Fondazione Varrone nello storico Palazzo Potenziani.

“Sono progetti che porteremo avanti per lungo tempo,  fin quando non spezzeremo il circuito della povertà, dell’emarginazione, dell’indifferenza e fin quando non avremo lasciato alle nuove generazioni un modello alternativo alla violenza, all’illegalità, alla distruzione – ha dichiarato sul palco del GILDA Raoul Bova – Promuoviamo con tutti i nostri progetti la cultura della legalità e un  nuovo rispetto per le persone e per la vita. Vogliamo ridare speranza e un futuro alle persone meno fortunate.”

E’ stato proiettato davanti alla numerosa platea di personaggi famosi della Roma bene, un breve filmato sul Parco della Mistica, un’area alla periferia di Roma che diventerà luogo di incontro, formazione, azione  e solidarietà al cui interno sta per partire una casa di accoglienza per giovani emarginati ai quali si daranno nuovi punti di riferimento, un mestiere e un luogo per tornare a sperare.

Dopo il breve intervento del Responsabile della Nazionale Cantanti, Gianluca Pecchini insieme alla quale è stato realizzato il Parco della Mistica, è stato illustrato un altro progetto sostenuto dalla Fondazione Coloriamo i sogni, il programma di distribuzione alimentare per Haiti, portato avanti dalla Fondazione Rava, che prevede l’installazione di un nuovo forno che consentirà di produrre 1000 panini al giorno rispetto ai 500 oggi prodotti.

Nella città dei mestieri di Francisville, i ragazzi di Haiti riceveranno una formazione specifica per imparare diversi mestieri nell’ottica di aiutare gli abitanti ad aiutarsi da soli.  “ Non si può rimanere indifferenti al dramma di Haiti –ha detto Raoul Bova al termine del video sul suo viaggio nell’isola – Tenere in braccio bambini esili e malnutriti che ti stringono perché vogliono cibo e affetto. I volontari della  Fondazione Rava sono incredibili, tra quelle macerie non hanno perso mai il sorriso.”. Commovente anche la testimonianza del regista Stefano Reali, che ha girato il video .

Dopo un breve racconto di Chiara del Miglio, volontaria della Fondazione Rava, è stato presentato l’innovativo progetto della scuola nazionale dei Graffiti, altra importante finalità sociale della Fondazione Coloriamo i sogni.

Il progetto sta dando una forte visibilità al capoluogo sabino, dove giungeranno artisti, scenografi e writers da tutto il mondo. Presente alla serata il Direttore artistico Santina Eleuteri che ha spiegato la particolarità della scuola che oltre ad essere centro di formazione di tecniche moderne ed innovative dell’arte writing, ma anche centro culturale per diffondere valori della giustizia, bellezza e valorizzazione ambientale, insieme all’impegno di supportare economicamente la realizzazione degli obiettivi della ONLUS.

Previsto anche l’intervento della Fondazione Varrone che ha messo a disposizione i locali, strumenti di lavoro all’avanguardia e  un significativo contributo alla realizzazione per questa prima scuola nazionale di Graffiti.. Il Presidente Innocenzo de Sancits, assente alla serata per motivi istituzionali, ha però ribadito il totale impegno dell’Ente per questo progetto artistico e soprattutto culturale che si pone finalità sociali molto importanti. – “ Ricordo che la Fondazione Varrone investe molto sui giovani, dalle borse Intercultura, ai laboratori multimediali e artistici come il corso di moda  artigianato che avuto un grande successo proprio tra un pubblico giovane.

La scuola nazionale di Graffiti non solo consentirà ai partecipanti di acquisire competenze specifiche, attraverso questo innovato linguaggio espressivo, ma darà anche una notevole visibilità alla città di Rieti, che merita di essere maggiormente valorizzata anche attraverso progetti artistici come questo che rendono Rieti punto di riferimento nazionale per la street art e tutte la attività dinamiche e creative ad essa correlate.”

Le iscrizioni della scuola nazionale dei Graffiti, unica in Italia, si sono aperte il  10 Febbraio 2011.
Chiunque fosse interessato potrà rivolgersi al Direttore artistico Santina Eleuteri 0746 259820,
327 0603738

Dettagli Graffiti Art School

I corsi sono aperti alle persone di ogni età a partire dai dieci anni, di ogni nazionalità, cultura e religione, professionisti e dilettanti. La durata dei corsi che si terranno a Rieti, presso la sede di Palazzo Potenziani, in via Crispolti, 20 , sarà di quattro e otto mesi rinnovabili.

Previsti corsi estivi brevi della durata di una settimana.

Ogni lezione durerà 5 ore di 50m. Ogni gruppo parteciperà a due lezioni settimanali.

Ogni candidato alla School dovrà richiedere alla direzione il modulo informativo.

Su specifica richiesta i corsi potranno essere personalizzati per luogo , durata e tipologia.

Nella sede, naturalmente senza barriere architettoniche sono stati individuati diversi spazi:
spazio giallo percorso introduttivo di circa 11mt di galleria
spazio arancio- reception
spazio verde- sala d’attesa
spazio rosa- sala computer, archivio, segreteria, direzione
sala nera- schermo gigante, visione filmati, conferenze

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento