Domeniconi-Sebastiani: “L’atto di violenza su bus Asm e i continui furti richiedono provvedimenti”

onorina_domeniconi_1
Print Friendly

“Durante la consiliatura Petrangeli il consigliere Sebastiani presentò un odg con cui si chiedeva al Sindaco dell’epoca di convocare una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica per agire, in sinergia con tutte le forze di polizia, al fine di esercitare un controllo a tappeto del territorio censendo tutte le abitazioni del centro storico e dei quartieri limitrofi, fino a quelle più periferiche, occupate promiscuamente da immigrati anche irregolari, perseguendo i proprietari che avessero messo a disposizione i loro immobili alle cooperative che gestiscono quella che il consigliere definì “la nuova frontiera di sfruttamento dell’immigrazione ormai da tempo”. Incentivata dalle condizioni spesso non proprio soddisfacenti delle case del centro storico e dal suo progressivo svuotamento senza che si fossero pensate in controtendenza adeguate misure di rilancio.

Di tutta risposta il Sindaco Petrangeli che intervenne al dibattito etichettò quell’odg come ideologico dal momento da che la comunità immigrata – sempre a detta del Sindaco – era assolutamente integrata nella popolazione reatina frutto delle politiche sociali di particolare inclusione adottate durante la sua consiliatura.

I continui furti che classificano Rieti al 2° posto nel Lazio dopo Roma, oltre a quelli tentati e non riusciti, contrastati nelle ultime settimane attraverso un lavoro importante messo in campo dalle forze dell’ordine, alle quali va il nostro plauso, e l’ennesimo atto di violenza ai danni di un autista dell’Azienda Servizi Municipalizzata, sta invece a dimostrare il contrario di quello affermato nel 2015 dall’ex Sindaco Petrangeli.

Ovvero che il fenomeno migratorio anche nella nostra Città, avendo raggiunto proporzioni preoccupanti, va invece gestito con assoluta fermezza contenendo numericamente le presenze sul nostro territorio ( siamo ben oltre la proporzione ammessa dalla legge di 2,5 immigrati ogni mille abitanti) e respingendo quelle irregolari. Questo è possibile farlo, come abbiamo già chiesto all’attuale Sindaco Cicchetti in occasione della presentazione del programma di mandato, attraverso l’incrocio dei dati catastali degli immobili con quelli risultanti all’Agenzia delle Entrate dove vengono registrati i contratti di locazione e di comodato.

Chiedendo, altresì, agli uffici preposti controlli ispettivi presso le cooperative che gestiscono il business dell’immigrazione ove prestano servizio dipendenti che spesso non ricevono stipendi per diversi mesi nonostante i loro datori di lavoro siano periodicamente e lautamente destinatari di finanziamenti ministeriali.

Per questo nei prossimi giorni torneremo nuovamente a chiedere con un odg l’adozione di misure ed interventi che riteniamo non più procrastinabili.”

I consiglieri comunali della Lega Rieti Andrea Sebastiani e Onorina Domeniconi.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento