Caravaggio e il paesaggio ritrovato…in Sabina

michelangelo_caravaggio
Print Friendly

Si è svolta questa mattina presso la sede de “ll Centro Studi Americani” di Palazzo Mattei a Roma la conferenza stampa “Caravaggio e il paesaggio ritrovato..”, patrocinata da ADSI Lazio, Centro Studi Americani. Provincia di Rieti, Comune di Poggio Mirteto e Istituzione Formativa della Provincia Rieti.

Alla conferenza stampa hanno preso parte il Soprintendente del Lazio, Agostino Bureca, lo storico e massimo esperto di tutela del giardino e del paesaggio, Massimo De Vico Fallani, il presidente della Provincia di Rieti, Giuseppe Rinaldi, il professore di tecnologia edilizia ed esperta del cantiere storico, Nicoletta Marconi, lo storico dell’arte, Claudio Strinati, e ha moderato l’incontro Paolo Conti del Corriere della Sera.

Durante l’incontro l’architetto Enzo Pinci nella relazione “L ’unico paesaggio con architetture di Michelangelo Merisi da Caravaggio” ha illustrato la sua scoperta riguardo l’unica opera del Caravaggio che ha un paesaggio con architetture sullo sfondo “Il Sacrificio di Isacco”.

Secondo gli studi effettuati da Pinci, sostenuti da tutti i presenti anche dallo storico dell’arte Claudio Strinati, uno dei massimi esperti del pittore lombardo, il panorama che fa da cornice all’episodio biblico raffigurato dal Caravaggio oggi conservato agli Uffizi di Firenze, è quello di Castel San Pietro Sabino, una frazione di Poggio Mirteto.

Durante la conferenza L’architetto Pinci ha lanciato l’idea di realizzare una mostra dove esporre le opere di Caravaggio, che ha sempre dipinto dal vivo, nei luoghi dove il pittore le ha effettivamente realizzate, eventualità accolta con entusiasmo sia dalla Provincia di Rieti che dal Comune di Poggio Mirteto che hanno dato la loro disponibilità se tutto ciò dovesse concretizzarsi.

paesaggio_caravaggiopaesaggio_caravaggio2

1 Commento
Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento