CACCIA DI FRODO, IL CFS SEQUESTRA FUCILI ED UN CINGHIALE

Corpo Forestale dello Stato di Rieti, controlli contro la caccia di frodo
Print Friendly

In questo periodo, sono numerosi i controlli da parte delle strutture del Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Rieti sul rispetto delle norme relativa alla caccia, con particolare riferimento anche alla corretta applicazione delle legge 157/1992, che disciplina l’attività venatoria.

Durante uno di questi controlli, posto in essere da una pattuglia del Comando Stazione di Leonessa nella giornata del primo dicembre 2012, gli agenti hanno accertato un’attività venatoria in area protetta preclusa alla caccia, precisamente nell’Oasi di Protezione del Terminillo.

Gli Agenti della Forestale, intervenendo con prontezza, sono riusciti ad individuare i responsabili, sequestrando i 3 fucili in uso dagli stessi e sequestrando altresì un cinghiale maschio di circa 200 kg abbattuto da un colpo d’arma da fuoco. Non sono infrequenti tali attività illecite nella provincia di Rieti che costituiscono particolare danno all’avifauna, anche nelle aree protette da normative europee ed internazionali. Difatti la suddetta “Oasi di Protezione del Terminillo” rientra nella rete Natura 2000.

Il Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Rieti conferma la sua continua attenzione verso una corretta gestione dell’attività venatoria, al fine di difendere le aree protette, in cui la caccia è vietata, proprio per permettere ai selvatici di trovare ricovero e rifugio.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento