BUONA LA PRIMA USCITA DELLA NPC RIETI NELL’AMICHEVOLE CONTRO HARVARD UNIVERSITY

NPC Rieti- Harvard University
Print Friendly

Positiva la prima uscita della NPC Rieti, dopo solo cinque giorni di allenamento ha espresso un buon basket, in un Palasojourner generoso di presenze.

Subito dopo la presentazione delle squadre, i due team si sono scambiati un cadeau di cortesia: spillette di Harvard agli italiani e libri di illustrazioni fotografiche di Rieti, per gli americani ed alle 21.00, i due giovani arbitri, Alessandro Zambotto e Francesco Cattani, hanno fischiato l’inizio gara.

Gli americani corrono, saltano e schiacciano,  ma i reatini riescono a tenere a bada la loro fisicità, mantenendosi a pochi punti di distanza e andando al riposo lungo sul 35-40.

Coach Peron e Matteucci sperimentano diverse combinazioni in campo e applicano ampie rotazioni, e nonostante il roster sia ancora da completare e Feliciangeli si trovi in panchina i reatini trovano le giuste soluzioni offensive e mantengono gli universitari a poca distanza.

A metà del terzo quarto, arriva l’inevitabile calo fisico per la NPC Rieti che non ha ancora concluso la prima settimana di allenamento, il gioco si fa meno fluido e gli americani prendono il largo andando a vincere per 75-66.

“Devo dire bravi ai ragazzi – afferma il presidente Cattani – hanno affrontato una gara impegnativa con una squadra ancora incompleta e con poco allenamento sulle gambe. La cosa più importante però, al di là del risultato sportivo che poi giocoforza arriverà, è stata la bella risposta del pubblico. E’ stata una grande soddisfazione vedere quante persone hanno voluto presenziare alla prima uscita della NPC Rieti e con quale entusiasmo ci hanno accolto. Questa è la  prova che la città apprezza il lavoro svolto fin qui, che ci è vicina e che ci incoraggia a ben fare. Il nostro obiettivo primario è riportare la cittadinanza al palazzo, riavvicinarla al basket, riappassionarla ad uno sport in cui non solo vantiamo un glorioso passato, ma possiamo costruire un esaltante futuro. Mi auguro quindi che questo sia solo l’inizio. Se saremo insieme potremo toglierci delle belle soddisfazioni, tutti insieme ci divertiremo”.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *