Lo zucchero in bocca e la rivoluzione nel cuore

Print Friendly

ottorino_pasquetti_lo_zucchero_in_bocca_e_la_rivoluzione_nel_cuoreQuesta è la storia di Emilio Maraini e di ciò che riuscì a creare nel territorio reatino, ma anche nazionale. Una storia cela una vita di passione coraggiosa e di rispetto per gli ideali, il lavoro, la politica e la gente.

 

La vita di Maraini l’ho poi vestita di un’altra esperienza che pure narro: quella della Piana Reatina. Venuto nel Rapa da lontano, Maraini con il Principe Potenziani, fece accettare ai mezzadri, i Feccenna, i Magnauntu, i Cicorilli, i Bonilli, la novità della barbabietola con cui produsse il primo zucchero italiano. Così fondò l’industria reatina e intrecciò la sua vita con quella di chi abitava nei casali, con Karlomarx, don Laudelino e don Gioacchino, personaggi di pura fantasia, che mi hanno preso il cuore avendoli collocati al centro di episodi realmente accaduti.

 

Perciò Lo zucchero in bocca e la rivoluzione nel cuore è il racconto che riguarda soprattutto lo Svizzero, sua moglie Carolina e il Principe, ma anche i mezzadri, i proprietari terrieri, gli operatori re gli industriali dello Zuccherificio, che sognando il rinnovamento e la giustizia, andarono alla ricerca di un’intesa per vivere insieme. Tutti in pace.


Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *