Orrore e pietà, dal Reich alle Fosse Ardeatine

Print Friendly

Renzo Di Mario, vive a Rieti dove insegna materie letterarie e latino negli Istituti secondari superiori. Ha pubblicato, ottenendo notevole successoanche in ambito nazionale, i libri “Viaggio nel Medioevo Sabino” e “Rieti e la Sabina agli albori dell’unità d’Italia”. E’ autore di poesie, saggi ed articoli giornalistici di storia, letteratura ed attualità, pubblicati in vari periodici ed in riviste culturali. Ha tradotto ed interpretato gli statuti medievali di vari comuni sabini.

ORRORE E PIETA’
Dal Reich alle Fosse Ardeatine

Di Mario - Orrore e pietà, dal Reich alle Fosse ArdeatineSi tratta di un percorso storico-narrativo, sostenuto da uno sforzo di obbiettività su eventi e personaggi che hanno lasciata una traccia significativa e drammatica nel tragico e inquietante epilogo del secondo conflitto mondiale.

L’autore con squarci di memoria rimossa, narra spesso in prima persona, fatti, testimonianze, indirizzi interpretativi, rivelazioni, interviste ed inchieste cronachistiche, storiche e giudiziare, spesso contrapposte ed intrecciate.

Motivo essenziale della narrazione è la condanna senza riserva della violenza e della guerra, con le sue vittime ed i suoi carnefici, con i suoi errori e le sue colpe, con i suoi olocausti e le sue pulizie etniche, le sue lacerazioni e le sue conseguenze.

Quindi le spietate carneficine di Aucstwitz e di Dachau, degli impianti di atrocità della scienza votata allo sterminio, dell’agguato di Via Rasella e della spietata e disumana bestialità delle Ardeatine e Marzabotto. Tra gli episodi salienti emergono anche la liberazione di Mussolini a Campo Imperatore, il rapimento, l’internamento e la morte di Mafalda di Savoia, offerta vittima sacrificale in quel mondo “Senza Dio” che fu il campo di concentramento di Buchewold, la requisizione arbitraria dell’oro degli Ebrei.

Tra i personaggi si staglia a vero protagonista Herbert Kappler, spregiudicato idolatra della razza e dotato di machiavellico e feroce fiuto poliziesco, quindi Reder, Prieke, di cui sono note le recenti vicende giudiziare, Hitler, Mussolini, Badoglio, Kesserling, Dollmann, la corrotta e infelice Rosa Cesaretti, il torturatore Koch, i gappisti della resistenza antinazista Giuliano Vassalli, Giorgio Amendola, Sandro Pertini ed altri.

Tra i protagonisti di Salò emergono Bufferini Guidi, Claretta Petacci, Giorgio Almirante ecc.
Una speciale menzione merita il Pontefice Eugenio Pacelli, mediatore di pace, sollecito della pietà e della giustizia, soffuso di ingiuste accuse per i suoi supposti silenzi, dotato di eccezionale cultura e di forti suggestioni mistiche e messianiche.  Completano la pubblicazione importanti e significanti episodi, personaggi e risvolti di storia locale ed inedite e calzanti figure.


Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *