BASKET, NELLA INDIFFERENZA DEGLI SPORTIVI REATINI SFUMA IL PROGETTO DEGLI “ANGEL’S”

Carmine Rinaldi
Print Friendly

Lunedì 17 settembre, si è conclusa la travagliata vicenda della Rieti Basket Club relativamente al trasferimento del titolo di DNA a Rieti in quanto il Consiglio Federale della FIP  non ha consentito  di far fronte a tutte le incombenze che un campionato di DNA richiede, principalmente per quanto riguarda i tempi organizzativi.

Tra gli  ostacoli anche quello dell’iscrizione delle squadre giovanili ai vari campionati, alcuni dei quali già da tempo chiusi. Quindi per difficoltà organizzative l’idea del programma con Sant’Arcangelo di Romagna è decaduto.

Parliamoci chiaro, questo progetto, sicuramente, non interessava per niente ai reatini, ormai palesemente rivolti alla NPC Rieti del presidente Giuseppe Cattani, una società che ispira simpatia e attrae gli sportivi. Non è certo un campionato superiore che accende gli animi e crea entusiasmo, sono tanti i fattori che spingono gli sportivi a seguire e credere in una società e sinceramente quella del presidente Carmine Rinaldi non ha mai avuto tifoseria e seguito.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *