ARTE r.i.e. 2009, UN PAESE SOMMERSO DALL’ARTE

Print Friendly
Arte R.i.e. 2009 CantalupoLa festa dove tutti portano qualcosa di speciale: la gioia di potersi esprimere liberamente in ogni forma artistica,il 3 4 5 6 settembre 2009 Cantalupo in Sabina (Ri)
 
 
Al via il 3 settembre a Cantalupo in Sabina la Rassegna di Ipotesi Espressive “ARTEr.i.e 2009”.
 
La manifestazione, giunta alla sua quinta edizione è promossa da Gruppo Culturale Mercurio, Centro di Ricerca e Sperimentazione Metaculturale e Officina Culturale “20 case d’argilla e di canna selvatica”.
 
Fino al 6 settembre, il borgo sabino tornerà ad essere la città degli artisti e vedrà trasformate le sue vie in colorati palcoscenici ognuno dedicato ad una diversa forma d’arte, aperti al pubblico dalle ore 21.00 alle 23.15.
 
Le strade del centro storico, dunque, saranno preda di musicanti, poeti, pittori, danzatori, burattinai, filastroccari, trapezisti, giocolieri, clown, cineasti, illusionisti, scrittori, mangiafuoco e tamburini nel rispetto di un originale filosofia creativa: assoluta libertà di tematiche e modalità espressive.
 
Dalle 23 in poi, a dare la buonanotte a pubblico e artisti, saranno gli spettacoli finali, ospiti della serata di giovedì (da definire metti ospite e brevissima descrizione del tipo di spettacolo).
 
Ma “ARTE.r.i.e.” non finisce qui… dopo il successo dello scorso anno, replica a grande richiesta di tutti i bambini “ARTE.r.i.e. dei Piccoli”, ovvero, IL PAESE DEI BAMMOCCI, in programma il 6 settembre a partire dalle ore 15 e 30. Questo spazio sarà interamente riservato ai più piccoli che potranno giocare e divertirsi sotto la guida esperta di colorati operatori.
 
Anche per la quinta edizione gli organizzatori si propongono di utilizzare i vari linguaggi artistici come mezzo per far conoscere il Centro Storico di Cantalupo e beneficiarne, a loro volta, come elemento fondamentale della proposizione delle arti.
 
L’obiettivo è quello di dare una visione differente dello stesso luogo e della sua quotidianeità, creando attenzione e attrazione, ma soprattutto incrinando il meccanismo di consuetudine che lo spazio e il territorio fanno sentire abitualmente.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento