Santuario Greccio

santuario_greccioA 750 metri di altitudine, arroccato su speroni di roccia, sorge il caratteristico borgo medievale dell’eremo di Greccio. Il nome di ‘Greccio’ nacque dall’insediamento di una famiglia esule di stirpe ellenica. Prima si chiamò Grecia, poi Grece, Grecce, Grezze ed infine, Greccio.
Il celebre Santuario del Presepio acquisì pian piano una fama mondiale. Fu il luogo nel quale San Francesco nel 1223, rievocò con personaggi viventi, la Natività.

Raggiungere il Santuario è piuttosto semplice; negli anni trenta venne costruita una strada provinciale collegata ad una comoda cordonata che porta fino al Santuario. In fondo alla cappella c’è l’affresco di scuola grottesca del XIV secolo, rappresentante il Natale di Betlemme e di Greccio. Percorrendo un corridoio, si raggiunge il Refettorio dove è ancora possibile vedere i resti della vaschetta per lavare le stoviglie, il dormitorio dei frati e la celletta dove il Santo dormiva.

La chiesa risalente al ‘200 è decorata di stelle e dell’immagine del Beato Giovanni da Parma.
Infine si può raggiungere la roccia del Tizzo dove per 32 anni visse il Beato Giovanni da Parma, Settimo Ministro Generale dell’Ordine Francescano.