ARRESTATO IL RAPINATORE “LADRO GENTILUOMO” DELL’AGENZIA 2 CA.RI.RI.

Cassa di Risparmio Ag.2
Print Friendly

E’stato arrestato dalla Polizia di Stato l’uomo responsabile della rapina effettuata il 6 novembre 2009 alla Agenzia n. 2 di Piazza della Repubblica della Cassa di Risparmio di Rieti.

Si tratta di un cittadino rumeno I.C. di anni 27, in Italia senza fissa dimora, già destinatario di un provvedimento di cattura per reati di sfruttamento della prostituzione e violenza sessuale.

La Squadra Mobile di Pesaro-Urbino, che ha operato l’arresto nella serata del 28 novembre u.s., era già sulle sue tracce per 4 rapine in banca commesse nelle Marche in 15 giorni, a cavallo tra i mesi di ottobre e novembre, che avevano fruttato al malvivente una cospicua somma di denaro.

Particolare il “modus operandi” del rapinatore, molto meticoloso e sempre uguale che prevedeva anche le scuse alle vittime, situazione questa che gli ha valso l’appellativo di “ladro gentiluomo”.

Lo straniero, vestiva sempre allo stesso modo, attuava la rapina immediatamente dopo l’ingresso in banca ed impugnando una pistola, scavalcava sempre il bancone delle casse e sceglieva sempre lo stesso orario e le stesse giornate per la realizzazione del crimine.

Proprio la precisione maniacale con cui veniva eseguito il crimine ha convinto gli investigatori della Squadra Mobile di Rieti che la rapina effettuata a Rieti potesse essere ricondotta al cittadino rumeno I.C.

La perfetta sinergia tra le Squadre Mobili di Pesaro-Urbino e di Rieti ha permesso di raccogliere numerosi indizi di responsabilità a carico dello straniero, anche per la rapina reatina.

Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Rieti hanno infatti richiesto ed ottenuto il sequestro degli indumenti dello straniero che forniranno validi elementi di prova se confrontati le immagini acquisite in occasione della rapina alla Cassa di Risparmio di Rieti.

I.C., arrestato in Abruzzo dagli investigatori di Pesaro, ormai caduto nelle mani della giustizia, non ha potuto far altro che ammettere le sue responsabilità anche per la rapina perpetrata a Rieti.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento