AREE DI CRISI, RICCI FIM CISL: BENE L’INIZIATIVA DI EMILI E CICOLANI

Giuseppe Ricci, FIM CISL Rieti
Print Friendly

La Fim Cisl di Rieti, nell’apprezzare gli sforzi profusi in questi giorni dal sindaco Giuseppe Emili e dal senatore Angelo Maria Cicolani per vedersi riconosciuta, da parte della Regione Lazio e del Ministero dello sviluppo economico, la legge 181 sulle cosiddette aree di crisi, auspica che tali interventi possano avere positivi riscontri entro tempi brevi, così da tamponare la difficile situazione in atto e contestualmente, programmare nuovi interventi tesi al rilancio del settore industriale della provincia di Rieti.

“Se il cosiddetto riconoscimento area di crisi si concretizzerà  nei tempi e nei modi indicati dagli esponenti del Pdl locale –spiega il segretario della Fim Cisl Giuseppe Ricci- per il  territorio locale  sarà il primo segnale positivo e concreto dopo anni di penosa quanto inconcludente azione politico-istituzionale.

Al riguardo, come non ricordare la visita dell’assessore regionale Mancini alla EEMS? Gli incontri sostenuti, anche con le OO.SS e la promessa (poi non mantenuta) di un suo intervento a sostegno del territorio attraverso il progetto Solsonica, in un quadro più ampio all’interno del quale figuravano proprio i benefici delle aree di crisi. Gli stessi oggi ricercati con tanta determinazione dal sindaco Emili e dal senatore Cicolani.

In tal senso c’è da dire infatti –conclude Ricci- che il Comune capoluogo, oggi più di ieri, sembra essere tornato ad esercitare quel ruolo trainante tante volte auspicato, anche dalla Fim Cisl.

Pertanto, al sindaco Emili consigliamo di continuare su questa strada evitando deviazioni o rallentamenti, poiché siamo convinti –ribadisce il segretario- che a differenza di quanto affermato da alcune Associazioni, la politica possa fare molto e bene per il rilancio del settore industriale locale”.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento