ANIMALI DOMESTICI, ASS. BONCOMPAGNI: NECESSITA UNA STRUTTURA SOVRACOMUNALE

Cane
Print Friendly

“Riteniamo che il Comune di Rieti abbia intrapreso un impegno concreto per risolvere le criticità emerse, non da oggi, ma da oltre due anni. La chiusura del canile di Colle Arpea (struttura privata) rappresenta una questione da risolvere rapidamente per non penalizzare il ricovero di cani randagi e per non mettere a rischio un servizio di pubblica utilità.

Per questo, dopo un primo tentativo finalizzato alla realizzazione di un parco-canile pubblico che purtroppo non ha prodotto risultati, l’assessorato all’Ambiente ha stabilito di dover riprendere tale iniziativa, coinvolgendo sia le associazioni animaliste presenti sul territorio sia la Provincia di Rieti, la quale, se interessata, potrebbe realizzare una struttura sovracomunale. Per dare avvio a tale progetto, è stato convocato, per lunedì 14 febbraio alle 17,30 negli uffici dell’assessorato all’Ambiente, un incontro al quale parteciperanno le associazioni animaliste e l’assessore delegato dell’amministrazione provinciale, Michele Beccarini.

È opportuno ricordare che il Comune di Rieti ha diverse iniziative in corso dedicate alla cura degli animali domestici. È tuttora attivo, infatti, il progetto ‘Adotta un cane’, che prevede un contributo fino a 50 euro mensili per due anni a chi decida di aderire a tale campagna sociale. A questo proposito, l’amministrazione rende noto che gli otto cani di proprietà comunale ospitati a Colle Arpea, grazie all’impegno delle associazioni coinvolte, saranno adottati nei prossimi giorni.

Infine, con l’obiettivo di limitare il fenomeno del randagismo, il Comune eroga un contributo di cento euro, messo a disposizione dalla Regione Lazio, ai proprietari che facciano richiesta di intervento di sterilizzazione per il proprio cane”.

Lascia un commento

— obbligatorio *

— obbligatorio *

Current ye@r *

Rietinvetrina - Realizzato da StudioEvento